scie chimiche italia banner

Scie Chimiche Italia

scie chimiche Benvenuti al blog / foto gallery dedicato alle
Scie Chimiche in Italia
.

Scie chimiche, non scie di condensazione.


Le scie di condensazione emesse dagli scarichi degli aerei sono corte e durano al massimo 10 minuti, poi scompaiono. Le conosciamo tutti. Anch'io le conosco bene, perche' ho vissuto per 30 anni a due passi da un aeroporto.

Dal 2001 sono comparsi aerei non di linea, che volano ad alta quota ed emettono da scarichi speciali lunghe scie bianco sporco, che persistono nel cielo anche mezza giornata e si allargano. In inglese si chiamano "chemtrails", in italiano le chiamiamo scie chimiche.

A volte disegnano reticoli e/o triangoli nel cielo. Quelle scie poi si allargano e coprono tutto il cielo, che diventa lattiginoso e di colore grigio/bianco sporco.

Spesso la luce del tramonto colora le scie chimiche di rosa. Nei giorni in cui accadono questi fenomeni di spray, le analisi dell'aria rivelano un aumento improvviso e totale di sostanze chimiche, tra cui sali di bario e alluminio, e in alcuni casi sostanze biologiche, come globuli rossi essiccati (sangue secco), muffe, tossine e altro.

Questo fenomeno di massa e' iniziato nel 1996 negli USA.

Dal 2000 si verifica anche in Europa, soprattutto nei paesi NATO.

Cercando negli archivi fotografici, tuttavia, alcune scie chimiche "primordiali" sono state individuate anche nel 1996 e 1992 in Europa, e prima ancora negli USA.

-> Chi sta conducendo questo gioco enorme?

-> Chi ha le risorse finanziarie per spruzzare i cieli di mezzo mondo - e riempire i nostri cieli di scie chimiche italiane?

-> Chi convince i meteorologi che sono scie di condensazione, quando invece - basta alzare la testa al cielo e guardare - si tratta di scie chimiche?

-> Perche' cospargerci le teste di materiali nocivi?

-> Perche' un militare di carriera non ha negato ma ha specificato che le scie chimiche "sono innocue"?


Echeggiano le parole di Morpheus in Matrix:

"Non sappiamo chi colpi' per primo, se noi o loro.
Sappiamo pero' che fummo noi ad oscurare il cielo."


Di certo non e' l'associazione degli amici del quartiere che finanzia tutto questo. L'organizzazione che sta dietro deve avere ingenti risorse a disposizione.

Governi, militari, complesso militare-industriale?

In ogni caso, ricordiamoci che i governi hanno bisogno dei nostri voti per restare in carica.

Ricordiamoci che le grandi aziende sovranazionali hanno bisogno dei nostri soldi per andare avanti.

E che i nostri militari hanno bisogno di
persone per mandare avanti qualsiasi progetto.

Senza il nostro appoggio - anche tacito - qualsiasi progetto si ferma.

Il potere e' in mano nostra.

Usiamolo.

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

martedì 2 ottobre 2007

Scie chimiche Italia - Aggiornamento

Nuove scie chimiche in Italia: da ovest a est le segnalazioni si sprecano, specialmente a Est. Dal 29 Settembre a oggi 2 Ottobre l'attività di spray è costante sulle nostre teste e - ci segnala un attento lettore - particolarmente intensa sul nordest.


E infatti la foto dal satellite dice tutto: nel nord Italia siamo messi male, ma guardate in Austria e Baviera!




Anche la valle padana sembra essere soggetta ad uno spray massivo che la ricalca. Notate il velo leggermente spostato? Probabilmente i venti in quota hanno spostato la coltre leggermente verso Est.

Cambiamo leggermente argomento.

Alcuni affezionati lettori ci scrivono, chiedendo se qualcuno non ha già contattato Report. Sappiamo per certo che la Gabanelli è stata accuratamente informata del fenomeno scie chimiche in Italia, ma, pur essendo una vera giornalista di razza, non è particolarmente sensibile al fenomeno. Per ora, aggiungiamo noi.

Tra l'altro, in passato, alcuni frequentatori del forum di Report hanno insistito particolarmente sul tema, con particolare zelo, diciamo. Fin troppo, forse. Innescando litigi e flame che certo non contribuiscono al risultato. E infatti il risultato è stato nullo nei fatti. Probabilmente, è stato anche controproducente nello spirito.

Questo la dice molto sul fatto che non tutti sono pronti ad affrontare il tema scie.

Che piaccia oppure no, questo è un fatto e dobbiamo accettarlo.

Meglio mettere da parte lo zelo e l'importanza personale, che ci convince di avere una missione da compiere...!

Alcune persone, e lo vedete da voi parlando con i vostri conoscenti, sono così assuefatte, così dipendenti dal sistema che combatterebbero per difenderlo. Queste persone non sono ancora pronte ad accettare l'esistenza delle scie chimiche, e quindi semplicemente non le vedono.

Dunque a nostro parere è inutile convincere chi non vuole vedere l'evidenza. Non "spingete" le persone ad accettare qualcosa che non vogliono accettare. Piuttosto, a nostro avviso, dovremmo "tirare" i nostri fratelli umani a saperne di più, cercare, informarsi, decantare quei 30 giorni
e infine accettare il fenomeno, ognuno con i suoi tempi, libero di determinare cosa è reale e cosa no, con il nostro rispetto anche in caso di rifiuto.

Il Vero è inarrestabile. Lasciamo che si faccia largo in questo falso falso mondo.

I nostri famosi adesivi "Guarda il Cielo", che stanno funzionando bene, nascono proprio per seguire questa linea di pensiero: tirare, non spingere ad ogni costo.

Potete partecipare anche con la vostra stampantina di casa. Tutti i dettagli al post "Guarda il Cielo" (scorrere giù fino a quando non compare il post) .

Ed ora i ringraziamenti. Siete tanti: R.B. , Angelo, Stefano, Jacopo, Grif... Grazie a tutti per le foto e per l'energia profusa.

Saluti felici e clieli blu

Vostro

Felice

5 commenti:

Aras74 ha detto...

Saluti tutti!
E' proprio vero:
"Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire".

In ufficio se solo accenno al fenomeno scie, mi prendono in giro e dicono che sono svitata.
Si rifiutano di andare ad informarsi sull'argomento ma pretendono di sapere tutto a riguardo.
Le chiamano "le normali scie degli aerei"!

Spero che un giorno, guardando il cielo a strisce, gli si accenda in testa una lampadina come è successo a noi e trovino l'umiltà di mettersi in discussione ed approfondire.

Resto in attesa del loro risveglio e di quello di molti altri...

Sara

grif ha detto...

D'accordo con Aras: se nessuno ha commentato la giornata di ieri qua, sotto un cielo totalmente irreale, vuol dire che l'essere umano si abitua proprio a tutto. Una qualsiasi immagine o un fatto ripetuto nel tempo viene accettato acriticamente, e non sto parlando solo di scie. A questo aggiungiamo che la televisione non ne parla, nemmeno Report, non parliamo poi di Grillo e dei meteorologi, Mercalli in testa: niente televisione, la cosa non esiste! L'ottimo Felice, del quale apprezzo il modo dissacrante con cui affronta il problema, suggerisce di informare con insistenza, giusto; nel clima di costante pressione allarmistica, spesso immotivata (pensate a mucca pazza, aviaria, sars, antrace, ora anche aids, pare...) è difficile aggiungere un altro allarme, anche se questo non è un virus fantasmino ma uno spettacolo planetario, visibile pagando un biglietto molto salato, in termini economici e, probabilmente, di salute. Spesso mi chiedo se tutte le interpretazioni presenti nel Web siano corrette, se non ci sia una ulteriore chiave interpretativa o una realtà che sfugge al comune sentire. Di certo conoscendo la storia e la bestialità umana, non si può escludere nulla... Guardiamo meno il cielo, tanto ormai sappiamo, e lanciamo messaggi al mondo, con costanza. Ciao.
Ah, dimenticavo, qui Nordest, 3 ottobre, il delirio si è un po' calmato, hanno messo gli aerei in ricarica...

Felice Capretta ha detto...

Grazie aras e grif per i vostri commenti sempre brillanti.

Mi ha colpito particolarmente questo:

> Guardiamo meno il cielo,
> tanto ormai sappiamo,
> e lanciamo messaggi al mondo,
> con costanza. Ciao.

Caspita.... si.

Niente da aggiungere.

Oggi giornataccia da queste parti con tramonto color rosa confetto lassativo.

E c'e' mezza milano con il raffreddore..."è virale", dicono i medici...

Saluti felici

Felice

_gaia_ ha detto...

Salute a tutti!

D'accordissimo con il post, ognuno ha i suoi tempi ed è controproducente spingere troppo: chi non vuol vedere, chiuderà ancor più gli occhi, anche su qualunque altro argomento che potrebbe portare a svegliarsi.

A ogni uomo il suo cammino. A ogni risveglio i suoi tempi.

Dico solo questo: per quelli che si sveglieranno tardi, non sarà come è stato -per esempio- per me, cioè una sensazione di "aver sbattuto la testa a 100 all'ora contro un muro di cemento armato".. Ma sarà ancor peggio.
Molto peggio.

(Non voglio pensare a chi sceglierà di non svelgiarsi proprio..)

buon fine settimana a tutti
_gaia_

grif ha detto...

Cronache del Nordest (quello "ricco") - Ieri, lunedì 8 ottobre, grande sconcerto, una giornata senza neppure una nuvoletta in cielo, ma come... una velatura, una scietta... nulla. Infatti tutti i meteo dicevano sereno e sole in tutto il nord. Oggi siamo tornati alla "normalità", ovvero bombardamento a tappeto e cielo candido; i meteo ieri prevedevano velature al Nord. Ma quelli del meteo sanno in anticipo? Sicuramente conoscono il fenomeno perché, come il mio meccanico della motocicletta mi sa dire che olio ho sentendo il rumore che fa il motore, un meteorologo sa riconoscere una nuvola fatta di acqua da un'altra fatta da qualche industria chissà dove. Informare, gente, informare.