scie chimiche italia banner

Scie Chimiche Italia

scie chimiche Benvenuti al blog / foto gallery dedicato alle
Scie Chimiche in Italia
.

Scie chimiche, non scie di condensazione.


Le scie di condensazione emesse dagli scarichi degli aerei sono corte e durano al massimo 10 minuti, poi scompaiono. Le conosciamo tutti. Anch'io le conosco bene, perche' ho vissuto per 30 anni a due passi da un aeroporto.

Dal 2001 sono comparsi aerei non di linea, che volano ad alta quota ed emettono da scarichi speciali lunghe scie bianco sporco, che persistono nel cielo anche mezza giornata e si allargano. In inglese si chiamano "chemtrails", in italiano le chiamiamo scie chimiche.

A volte disegnano reticoli e/o triangoli nel cielo. Quelle scie poi si allargano e coprono tutto il cielo, che diventa lattiginoso e di colore grigio/bianco sporco.

Spesso la luce del tramonto colora le scie chimiche di rosa. Nei giorni in cui accadono questi fenomeni di spray, le analisi dell'aria rivelano un aumento improvviso e totale di sostanze chimiche, tra cui sali di bario e alluminio, e in alcuni casi sostanze biologiche, come globuli rossi essiccati (sangue secco), muffe, tossine e altro.

Questo fenomeno di massa e' iniziato nel 1996 negli USA.

Dal 2000 si verifica anche in Europa, soprattutto nei paesi NATO.

Cercando negli archivi fotografici, tuttavia, alcune scie chimiche "primordiali" sono state individuate anche nel 1996 e 1992 in Europa, e prima ancora negli USA.

-> Chi sta conducendo questo gioco enorme?

-> Chi ha le risorse finanziarie per spruzzare i cieli di mezzo mondo - e riempire i nostri cieli di scie chimiche italiane?

-> Chi convince i meteorologi che sono scie di condensazione, quando invece - basta alzare la testa al cielo e guardare - si tratta di scie chimiche?

-> Perche' cospargerci le teste di materiali nocivi?

-> Perche' un militare di carriera non ha negato ma ha specificato che le scie chimiche "sono innocue"?


Echeggiano le parole di Morpheus in Matrix:

"Non sappiamo chi colpi' per primo, se noi o loro.
Sappiamo pero' che fummo noi ad oscurare il cielo."


Di certo non e' l'associazione degli amici del quartiere che finanzia tutto questo. L'organizzazione che sta dietro deve avere ingenti risorse a disposizione.

Governi, militari, complesso militare-industriale?

In ogni caso, ricordiamoci che i governi hanno bisogno dei nostri voti per restare in carica.

Ricordiamoci che le grandi aziende sovranazionali hanno bisogno dei nostri soldi per andare avanti.

E che i nostri militari hanno bisogno di
persone per mandare avanti qualsiasi progetto.

Senza il nostro appoggio - anche tacito - qualsiasi progetto si ferma.

Il potere e' in mano nostra.

Usiamolo.

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

mercoledì 21 novembre 2007

Morgellons e scie chimiche [1 di 2]

Morgellons e scie chimiche italiaDa alcuni anni, i ricercatori delle scie chimiche in Italia e in tutto il mondo dibattono sul cosiddetto “Morbo di Morgellons”.

Morgellons è un morbo attualmente incurabile.

I sintomi sono decisamente fastidiosi: forte prurito sulla pelle, piaghe cutanee che non si riemarginano, ma soprattutto il peggior sintomo è la fuoriuscita dalla pelle di

- fluidi

- filamenti

- granuli

- talvolta, uova di insetto e/o piccoli insetti formati (simili ai ragni).

Uno dei fatti più inspiegabili di Morgellons è la natura dei filamenti: sono polimeri, dunque sostanze non organiche, ma chimiche, di sintesi. E non basta: questi filamenti di sintesi chimica crescono nell’acqua. Si comportano come esseri animati, eppure non lo sono. Scaldati a temperature superiori ai 700 gradi celsius resistono alla fusione. E tuttavia, crescono.

Sottopelle, in un ambiente ricco di acqua e fluidi, i filamenti crescono e si allungano nel corpo dei malcapitati. Spesso hanno piccole “teste” che si presentano come granuli scuri. A lungo andare i granuli ed i filamenti lacerano la pelle e fuoriescono. Come potete immaginare, non è certo una gradevole sensazione sentirsi scavare gallerie sottopelle o sentire granuli che escono dalla cute. Il prurito è fastidioso e paragonabile solo alla scabbia.

Al danno si aggiunge la beffa: poiché secondo la classe medica non possono esistere polimeri in crescita sotto la cute, automaticamente ne consegue che tutti i pazienti affetti da Morgellons in realtà non esistono. I medici si rifiutano di prendere in considerazione la malattia in sé ed i sintomi. Li addebitano a semplici allergie o infezioni parassitarie, nei casi migliori. Nei casi peggior,i invece, attribuiscono il problema a causa psicologiche. Nel primo caso, somministrano antistaminici e antiparassitari, nel secondo caso somministrano valium e psicofarmaci.

Ebbene sì: ti tagli un dito con la falciatrice da giardino. Vai al pronto soccorso chiedendo che ti venga riattaccato, ma ti dicono che in realtà è impossibile che te lo sei tagliato con una falciatrice da giardino perchè le falciatrici tagliano l’erba, non le dita.

Quindi ti dicono che la tua è sicuramente una allergia alle falciatrici.
Ti danno da prendere una tonnellata di antistaminici, così vedrai che il dito ti ricrescerà.

Al che, ostinato, gli mostri il dito tagliato, raccolto con cura e messo nel sacchettino con il ghiaccio, e lo mostri al medico. Il medico, spazientito, ti dice che quel mezzo dito non lo vuole neanche vedere, perché le falciatrici non tagliano le dita.

Ribadisce che il tuo dito è ancora attaccato, e che se tu che hai dato fuori di testa. Ti prescrive tre ettolitri di valium. Che ti rincoglionisce al punto tale che non sai più se sei tu che hai perso il dito o se è il dito che ha perso te.

Fatto sta che adesso hai nove dita, non più dieci, e pensi pure di essere matto.

Il morbo non sembra essere mai stato contagioso. Abbiamo letto di centinaia di casi in tutto il mondo. Pressoché inesistenti i casi documentati in Italia.

Ma che c’entra il morbo di Morgellons con le scie chimiche?

C’entra, secondo alcuni. I filamenti ed i granuli che fuoriescono dalla cute dei malcapitati sono gli stessi che si trovano in alcune analisi dell’aria compiute dopo abbondanti spruzzate chimiche.

Non sappiamo dire con certezza, allo stato attuale delle conoscenze, se Morgellons sia effettivamente collegato o meno alle scie chimiche in un rapporto di causa – effetto.

A nostro avviso: morgellons esiste, le scie chimiche esistono, è possibile che esista una correlazione, dunque è necessario indagare più a fondo le possibili correlazioni. Tutto questo, senza allarmismi ne’ attacchi di panico, nè – peggio – terrorismo psicologico.

(qualora vogliate terrorismo psicologico, vi consiglio di chiudere questo blog e accendere la TV all’ora di cena – i telegiornali ne sono pieni)

Per ora porgiamo i consueti saluti felici. Presto la seconda parte di questo articolo, con la prima intervista ad un caso di Morgellons di Italia.

Vostro

Felice Capretta

6 commenti:

NWO ha detto...

Ottimo spunto per iniziare ricerche su questa malattia. Lo propongo sul mio blog.
Saluti :)

Felice Capretta ha detto...

Grazie! A presto e saluti felici :-)

::Badghir:: ha detto...

Texas Chemtrail Samples
Compared To Samples
From Venice Italy
Dr. Hildegarde Staninger RIET-1
©Copyright 2007 Hildegarde Staninger
11-27-7
Special Thank You to Dr. Luca Zamengo, independent researcher and chemist, Venice, Italy for supplying his report and sampling results to be utilized in this comparative paper.

http://www.rense.com/
general79/chemm.htm

(Ho spezzato l'url perchè qui su blogspot gli indirizzi vengono spezzo tagliati!)

da non perdere!

ciao
---

Felice Capretta ha detto...

interessante, grazie!

non ho ben colto il passaggio riguardo alla vitamina C. personalmente la consiglio per smaltire l'alluminio, ma sarebbe opportuno capirne di più

saluti felici

Felice

Zret ha detto...

Se puoi, prova a consiglare a questa paziente le terapie che trovi all'interno della rubrica Morgellons terapie. Facci sapere se sono efficaci.

http://sciechimiche-zret.blogspot.com/search?q=morgellons+terapie

Ciao

luckino88 ha detto...

celicamor@hotmail.it vi prego esperti contattatemi...noon sto skerzando penso di esserne affetto veramente...ho tutti i sintomi tranne le secrezioni di filamenti